Recensione: Oceano mare.



Titolo: Oceano mare
Autore: Baricco Alessandro
Prezzo: € 5,62 
Casa editrice: Feltrinelli  
Trama: "Oceano mare" racconta del naufragio di una fregata della marina francese, molto tempo fa, in un oceano. Gli uomini a bordo cercheranno di salvarsi su una zattera. Sul mare si incontreranno le vicende di strani personaggi. Come il professore Bartleboom che cerca di stabilire dove finisce il mare, o il pittore Plasson che dipinge solo con acqua marina, e tanti altri individui in cerca di sé, sospesi sul bordo dell'oceano, col destino segnato dal mare. E sul mare si affaccia anche la locanda Almayer, dove le tante storie confluiscono. Usando il mare come metafora esistenziale, Baricco narra dei suoi surreali personaggi, spaziando in vari registri stilistici.






Recensione


Una mia professoressa, scrittrice, in una lezione ci aveva letto, di questo tanto amato Baricco, "Tre volte l'alba". Dal modo in cui lei ce lo presentava e ce lo leggeva, lo trovavo terribilmente affascinante. Così ho deciso di leggere una sua opera e ho preso in mano "Oceano mare". Iniziando la lettura, ammetto che l'ho trovato un po' noioso. Per carità con le parole è bravo, ci sa fare, ha uno stile di scrittura che ti affascina, ma la trama mi risultava un po' pallosa. Non l'ho abbandonato. Ho proseguito con la lettura e vi dirò, ho fatto proprio bene. Più andavo avanti, più la trama si faceva avvincente. Volevo sapere come finiva, ecco tutto. E me lo sono divorato. La locanda Almayer è un luogo speciale, quasi fantastico. I bambini che la gestiscono -sì, bambini, già questo non è incredibile?- ti entrano nel cuore, nei sogni, nella stanza, riescono a farti tacere. Qui si incontrano dei personaggi, per me fuori dal normale. C'è il professore Bartleboom che cerca di scoprire dove finisce il mare, c'è il pittore Plasson che tenta di di disegnare il mare, c'è Elisewin che ha paura di tutto e di tutti e con il mare si deve curare, c'è Madame Deverià, mandata lì dal marito per curare la malattia "dell'adulterio" e così via. Un intreccio di storie di uomini e donne che hanno avuto a che fare col mare.

Caterina

1 commento:

  1. Bellissimo "Oceano mare", è il mio preferito di Baricco :')

    RispondiElimina

I tuoi commenti alimentano il mio blog! Se vuoi lasciare un parere, una riflessione, un pensiero, sarò felice di risponderti.